Assolutamente certi di aver ottenuto comunque un risultato molto concreto attraverso la decisione del Comune di Matera di promuovere questo incontro – e ringraziamo anche Amministrazione provinciale e Regione per aver fortemente voluto condividere l’occasione, a sottolineare come veramente questa candidatura sia “di tutti” – rilanciamo l’invito a tutta la comunità a partecipare attivamente a questa “seconda conferenza preparatoria” (!) organizzata per lunedi 25 ottobre alle ore 18 presso la Mediateca di Matera. Ci sembra perfettamente scontato, dopo il duro e continuo lavoro di questi due anni ormai,  dire che si, la città vuole questa candidatura: lo diciamo non per partito preso, ma perché in tutti questi mesi abbiamo incontrato, parlato, discusso e soprattutto ascoltato centinaia di persone, associazioni, rappresentanti istituzionali e non, e sappiamo con assoluta certezza che questa città vuole vivere da protagonista una stagione nuova, vuole ricominciare a progettarsi per ritrovare una identità e un orizzonte condiviso, vuole scuotersi dal torpore e liberarsi da tutti i condizionamenti; quello che non vuole è illudersi per ritrovarsi poi vittima una volta di più di logiche piegate a interessi particolari, e perciò il percorso di candidatura dovrà essere assolutamente “esemplare”: sia perché la sostanza di questo percorso è la crescita complessiva del tessuto sociale-economico-culturale di tutto il territorio, sia perché l’esemplarità di questo percorso è decisiva anche ai fini del risultato finale (vogliamo anche “vincere” e ce la giochiamo tutta), sia perché l’ultima cosa che serve è far girare un po’ di soldi e assegnare qualche poltrona al trombato di turno che voglia essere gratificato. E non a caso intorno alla candidatura si è già coagulata l’attenzione e l’interesse dell’intero partnenariato pubblico-privato del PIOT (che “muove” risorse pubbliche e private per trenta milioni di euro di investimenti!) di cui l’Associazione Matera2019 fa parte. Anche i PISUS (sono altri trentatre milioni di euro di investimenti diretti da finanziamento pubblico, più quelli privati) dovrà muoversi in questa direzione.
Per tutto questo concordiamo appieno nel voler andare “oltre” Matera2019!

Si, lo vogliamo (e andiamo anche “oltre”…)

2 pensieri su “Si, lo vogliamo (e andiamo anche “oltre”…)

  • 27 Ottobre 2010 alle 18:19
    Permalink

    dal quotidiano della basilicata, il presidente dell’associazione matera 2019 annuncia di prepaparsi ad ospitare a matera 8 – 9 milioni di turisti in più… Non so se vi rendete conto di cosa dite…ma sicuramente non sapete cosa significa fare turismo…quindi vi consiglio di parlare con le giuste proporzioni ed informazioni… o pensate che Matera possa diventare all’improvviso Barcellona, Londra, Parigi, ma ormai siete come i politici di Matera date numeri a caso pensando di catturare l’attenzione di qualche sprovveduto.
    Trovate un lavoro…nella coltura

    Rispondi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: